‘Nte diéda[1] percupà de j’ammediuse[2],

de chije[3] che te pàrlene derète

e po denànte vònne fatte crede

che tu si brave, unèste e respettùse.

 

Nen abbadà ‘lle mosche e j zampàne[4],

a rospe e serpe, a j’àvete[5] alemàle,

pìcchele, gruésse, ‘ntante de la quale[6],

che vonne ranfà[7], pógne[8], muzzecàne.

“Sciaràppe”[9] diéda dì a j maffìùse[10]

fàveze[11], saputiéje[12], sgustumàte[13],

triste[14], voggiabandiéra, scrianzàte,

vulpone, sparapalle, rugnùse[15]!

 

Stu munne[16] accà è piene de ruffiàne,

schiattùse[17], refugàje[18], chiacchiaróne.

Tu nen ce diéda dà suddesfazione!

Cu lòre ‘nciappò[19] manche Sanselviàne[20]!

 


[1] Non devi

[2] invidiosi

[3] quelli

[4] zanzare

[5] altri

[6] mediocri

[7] graffiare

[8] pungere

[9] «Stai Zitto»

[10] bellimbusti

[11] falsi

[12] saccenti

[13] scostumati

[14] malvagi

[15] fastidiosi

[16] mondo

[17] dispettosi

[18] litigiosi

[19] non ci riesce

[20] Santo protettore delle vigne


Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Questo contenuto è protetto!!!